La fast lane delle idee italiane

Powered by SisalPay

Oppure Accedi tramite

Scopri la timeline GoBeyond

24.09.14
Evento di lancio in Bocconi

15.04.15
Termine raccolta idee

08.05.15
Termine massimo per l'invio del Marketing Plan

22-24.05.15
Proclamazione 3 finalisti

02.06.15
Termine massimo per l'invio del Business Plan

3-10.06.15
Valutazione finale

11.06.15
Premiazione

SUL PALCO DEL WIRED NEXT FEST

Sono state presentate le idee capaci di “andare oltre” DbGlove, Leave Your Baggage e Remidi T8

UN'IDEA SONORA

GoBeyond e RTL 102.5 hanno indagato sul forte legame esistente tra musica, idee e innovazione

IL KNOW HOW COME PREMIO

L’idea vincente otterrà, oltre ad un contributo economico, il supporto di prestigiose aziende.

L'idea vincente

;

14.04.2015 - INTACT dbGLOVE

dbGLOVE è un dispositivo indossabile che digitalizza numerosi alfabeti basati sul tatto già utilizzati dalle persone cieche e sordo-cieche, come Malossi e Braille, per consentire loro di utilizzare tutte le funzionalità di uno smartphone o un tablet, di comunicare con gli altri e di interagire con il mondo. Gli utenti digitano i messaggi su dbGLOVE con l'altra mano, come se fosse una tastiera. I messaggi possono essere visualizzati sullo schermo, possono essere tradotti in audio, e possono essere trasmessi via Internet. Le risposte vengono inviate direttamente a dbGLOVE, che le traduce in vibrazioni che simulano i segnali tattili che rappresentano le lettere sul palmo della mano, permettendo all'utente di leggere il messaggio. L'alfabeto Malossi permette agli individui di realizzare una comunicazione basata sul tatto grazie ad una forma di mappatura sul corpo sulla base di un codice tattile, in cui le lettere sono posizionate sulle falangi. dbGLOVE è un dispositivo indossabile che traduce un'interazione tramite il sistema alfabetico Malossi. Utilizzando l'alfabeto Malossi (un alfabeto tattile ed intuitivo inventato da un sordo cieco italiano), due persone sordo-cieche possono comunicare digitando messaggi da scambiarsi reciprocamente, a turno: essi possono toccare diverse aree del palmo della mano, ciascuna corrispondente a una lettera, e formare dei messaggi comprensibili dal proprio interlocutore. L'alfabeto Malossi è estremamente intuitivo e si basa su segnali tattili di base. Le lettere sono situate in un senso orario sulle falangi. Le lettere dalla A alla O si formano premendo in alcune zone del palmo, mentre le lettere dalla P alla Z sono pizzicate. Ciascuna delle 18 aree sensibili di dbGLOVE include un sensore capacitivo ed un attuatore vibrotattile. Il primo può essere attivato semplicemente toccandolo con un dito, per attivare il segnale di controllo corrispondente. Quest'ultimo è impiegato per generare vibrazioni che simulano un tocco sulla falange. L'alfabeto Malossi è ampiamente impiegato con i bambini e le persone affetti da disturbi cognitivi, che hanno difficoltà, dunque, ad imparare metodi di comunicazione più complessi e articolati (ad esempio, il Lorm o l’alfabeto Braille). La disposizione delle aree può essere applicata a diverse lingue e fonemi. Oltre a rappresentare lettere, segnali singoli o multipli, i segnali tattili possono esprimere concetti più articolati. La persona sordo-cieca può indossare il dispositivo sulla mano sinistra, e può digitare messaggi sul proprio palma, come su una tastiera. Gli impulsi tattili possono rappresentare segnali di controllo ed essere utilizzati per aprire applicazioni, controllare elettrodomestici e inviare comandi. In alternativa, gli impulsi tattili possono costituire messaggi: possono essere visualizzati sullo schermo, tradotti in discorso, o trasmessi su Internet. Intensità, durata, ritmo e tempo di segnali touch possono essere configurati tramite software, per soddisfare le preferenze specifiche di ogni utente. Ogni area sensibile del dbGLOVE può essere rimappata e modificata in una configurazione di controllo a scelta, al fine di supportare le funzioni o le lingue specifiche. Ciò avviene tramite software, senza alcuna modifica dell'hardware. dbGLOVE si collega a qualsiasi dispositivo Bluetooth, come ad esempio smartphone, tablet e PC. dbGLOVE implementa il protocollo Bluetooth Low-Energy (BLE), al fine di risparmiare energia e aumentare la durata della batteria. Il dispositivo supporta tutte le applicazioni mobili più comuni, come client e-mail, browser Internet, la lettura di documenti e la chat. App dedicate possono essere sviluppate utilizzando il dbGLOVE SDK, che sarà rilasciato a breve. Il dbGLOVE SDK supporta applicazioni per la realtà virtuale, la musica e giochi. L’hardware e il firmware di dbGLOVE sono progettati e rilasciati come Open Source, in modo che la comunità possa contribuire al loro sviluppo e al miglioramento.

dbGLOVE è un dispositivo indossabile che digitalizza numerosi alfabeti basati sul tatto già utilizzati dalle persone cieche e sordo-cieche, come Malossi e Braille, per consentire loro di utilizzare tutte le funzionalità di uno smartphone o un tablet, di comunicare con gli altri e di interagire con il mondo. Gli utenti digitano i messaggi su dbGLOVE con l'altra mano, come se fosse una tastiera. I messaggi possono essere visualizzati sullo schermo, possono essere tradotti in audio, e possono essere trasmessi via Internet. Le risposte vengono inviate direttamente a dbGLOVE, che le traduce in vibrazioni che simulano i segnali tattili che rappresentano le lettere sul palmo della mano, permettendo all'utente di leggere il messaggio. L'alfabeto Malossi permette agli individui di realizzare una comunicazione basata sul tatto grazie ad una forma di mappatura sul corpo sulla base di un codice tattile, in cui le lettere sono posizionate sulle falangi. dbGLOVE è un dispositivo indossabile che traduce un'interazione tramite il sistema alfabetico Malossi. Utilizzando l'alfabeto Malossi (un alfabeto tattile ed intuitivo inventato da un sordo cieco italiano), due persone sordo-cieche possono comunicare digitando messaggi da scambiarsi reciprocamente, a turno: essi possono toccare diverse aree del palmo della mano, ciascuna corrispondente a una lettera, e formare dei messaggi comprensibili dal proprio interlocutore. L'alfabeto Malossi è estremamente intuitivo e si basa su segnali tattili di base. Le lettere sono situate in un senso orario sulle falangi. Le lettere dalla A alla O si formano premendo in alcune zone del palmo, mentre le lettere dalla P alla Z sono pizzicate. Ciascuna delle 18 aree sensibili di dbGLOVE include un sensore capacitivo ed un attuatore vibrotattile. Il primo può essere attivato semplicemente toccandolo con un dito, per attivare il segnale di controllo corrispondente. Quest'ultimo è impiegato per generare vibrazioni che simulano un tocco sulla falange. L'alfabeto Malossi è ampiamente impiegato con i bambini e le persone affetti da disturbi cognitivi, che hanno difficoltà, dunque, ad imparare metodi di comunicazione più complessi e articolati (ad esempio, il Lorm o l’alfabeto Braille). La disposizione delle aree può essere applicata a diverse lingue e fonemi. Oltre a rappresentare lettere, segnali singoli o multipli, i segnali tattili possono esprimere concetti più articolati. La persona sordo-cieca può indossare il dispositivo sulla mano sinistra, e può digitare messaggi sul proprio palma, come su una tastiera. Gli impulsi tattili possono rappresentare segnali di controllo ed essere utilizzati per aprire applicazioni, controllare elettrodomestici e inviare comandi. In alternativa, gli impulsi tattili possono costituire messaggi: possono essere visualizzati sullo schermo, tradotti in discorso, o trasmessi su Internet. Intensità, durata, ritmo e tempo di segnali touch possono essere configurati tramite software, per soddisfare le preferenze specifiche di ogni utente. Ogni area sensibile del dbGLOVE può essere rimappata e modificata in una configurazione di controllo a scelta, al fine di supportare le funzioni o le lingue specifiche. Ciò avviene tramite software, senza alcuna modifica dell'hardware. dbGLOVE si collega a qualsiasi dispositivo Bluetooth, come ad esempio smartphone, tablet e PC. dbGLOVE implementa il protocollo Bluetooth Low-Energy (BLE), al fine di risparmiare energia e aumentare la durata della batteria. Il dispositivo supporta tutte le applicazioni mobili più comuni, come client e-mail, browser Internet, la lettura di documenti e la chat. App dedicate possono essere sviluppate utilizzando il dbGLOVE SDK, che sarà rilasciato a breve. Il dbGLOVE SDK supporta applicazioni per la realtà virtuale, la musica e giochi. L’hardware e il firmware di dbGLOVE sono progettati e rilasciati come Open Source, in modo che la comunità possa contribuire al loro sviluppo e al miglioramento.

31.05

Crescono le startup che si occupano dell'energia

Il 10,6% delle startup in Italia (oggi ammontano a 5.623) sono classificate come “imprese ad alto valore tecnologico in ambito energetico”.

Tra le regioni più presenti nella graduatoria stilata da Bernoni Grant Thornton ci sono la Lombardia con 107 start up “green” (8,7%), l’Emilia Romagna con 82 (12,5%) e il Veneto con 44 (10,6%).

Tali percentuali sono strettamente legate al ruolo sempre più importante giocato dalle fonti energetiche alternative come il solare, l’eolico o le biomasse, e dalle soluzioni votate al risparmio energetico, premiate dalle imprese per costi e impegno etico.

Le startup che stanno ottenendo ottimi risultati in questo ambito e che investono in modo responsabile verso l’ambiente, l’economia e il territorio saranno premiate nel corso del Good Energy Award, che si terrà il 26 settembre.

Tra le quattro categorie previste ci sono industria, terziario, pubblica amministrazione e no profit, giovani speranze e start-up. Le startup partecipanti dovranno presentare idee innovative scalabili e che supportino tutte le caratteristiche che richiede un’attiva di promozione ambientale ed etica.

Fonte: Il Sole 24 Ore

 

30.05

L’alleanza Italia-Cile incentiva le startup

L’Associazione Italia – Cile, dopo aver raggiunto un accordo per il riconoscimento di una Camera di Commercio italo – cilena, ha siglato un’intesa con il programma di investimenti innovativi governo cileno Start-up Chile.

L’incontro tra le due rappresentanze governative ha permesso di approfondire le sinergie esistenti tra l’organismo promosso dal Cile e l’associazione italiana di amicizia e di implementazione del business Italia -Cile.

Il programma StartUp Chile attrae a Santiago del Cile ogni anno circa 250 startup che provengono da ogni parte del mondo e rappresenta una punto focale per la ricerca di capitali stranieri e l’internazionalizzazione delle startup che sono ancora all’inizio del loro processo di crescita imprenditoriale.

L’accordo prevede un partenariato Italia – Cile e l’abilitazione di uno sportello che promuoverà l’ingresso degli innovatori italiani al programma cileno, oltre all’avviamento di una rete di collaborazione tecnica e formativa per il settore Innovazione, Ricerca e Sviluppo tra i due Paesi.

Tale iniziativa rappresenta una soluzione concreta per moltissimi imprenditori italiani, che riceveranno così un supporto nella fase di presentazione dei progetti.

Fonte: Impresa Mia

 

27.05

ComoNExT incentiva le startup e l’imprenditoria femminile

Il Parco Scientifico Tecnologico ComoNExT di Lomazzo ha lanciato il bando “Incubatore d’Impresa”, con il quale si rivolge agli aspiranti imprenditori di PMI al loro primo anno di attività e le invita a presentare delle  idee innovative che riguardano lo sviluppo di prodotti e servizi in grado di migliorare i processi produttivi o di avviarne nuovi di successo.

Oltre alle startup, l’iniziativa fonderà la sua missione sul coinvolgimento delle donne, grazie alla collaborazione con il comitato dell'imprenditoria femminile. Le aspiranti imprenditrici o le neo-imprese a prevalenza femminile potranno ricevere un premio di punteggio nella fase iniziale della selezione. L’obiettivo è quello di recuperare terreno rispetto agli altri Paesi in Europa, molto più avanti dell’Italia sul fronte dell’imprenditoria femminile.

I selezionatori sceglieranno al massimo 5 progetti (presentabili entro il 30 giugno). La scelta cadrà sull’idea maggiormente innovativa e sulla fattibilità del progetto. Il valore del voucher da destinare ai progetti sarà al massimo di 18mila euro e sarà utilizzabile entro 12 mesi dall’incubazione.

Fonte: Corriere Innovazione

Cerchi Aiuto?

FAQ

Cartella stampa

contatti@gobeyond.info

Chiudi

Per recuperare la tua password compila il form inserendo l'indirizzo email con il quale hai effettuato la registrazione

A breve riceverai all'indirizzo di posta, utilizzato per la registrazione, una email nella quale sono riportate le istruzioni per il recupero password.

Chiudi

CARTELLA STAMPA

Caricamento...

Chiudi